martedì, 24 maggio 2022
Home » Fasce di età » 6-10 anni » Prima Comunione: cosa non regalare mai in questa occasione
Prima Comunione: cosa non regalare mai in questa occasione

Prima Comunione: cosa non regalare mai in questa occasione

Tuo figlio o tuo nipote sta per fare la Prima Comunione? Stai quindi pensando a quale regalo fare? Bene, stai leggendo l’articolo giusto perché ti chiarirà le idee se stai pensando di regalare un cellulare a tuo figlio o a tua nipote. Il cellulare, infatti, è uno strumento tecnologico molto diffuso e anche molto utile per svariate cose. Ma a 8-9 anni è davvero un regalo adeguato?

Prima Comunione: perché hai pensato di regalare un cellulare?

I motivi per cui un genitore o un nonno pensa al cellulare come regalo della Prima Comunione possono essere diversi. Hai mai riflettuto su quali possono essere? Per un bisogno di immagine? Chi regala un Iphone per esempio lo fa perché vuole trasmettere una certa immagine sociale di prestigio e ricchezza. Oppure per un bisogno di controllo sui figli? Cioè perché così c’è l’illusione di sapere sempre dove sono i figli e cosa fanno? Oppure ancora perché lo chiedono i figli stessi con la giustificazione che è necessario per socializzare? E quindi la decisione di regalare un cellulare alla prima Comunione segue al desiderio di accontentare i figli e di proteggerli dal rischio di esclusione?

Qualsiasi sia il motivo che c’è dietro al pensiero di regale un cellulare per la Prima Comunione, dovete sapere che questo regalo potrebbe rivelarsi una scelta sbagliata.

Prima Comunione: ecco alcuni motivi per non regalare un cellulare

I bambini non sono sufficientemente maturi per saper gestire un cellulare con collegamento a Internet a quell’età. Di certo molti bambini sono molto esperti dal punto di vista tecnologico, cioè sanno come funziona un cellulare molto meglio dei genitori. Questo accade perché i bambini di oggi nascono in un mondo digitale e quindi sono esposti a questi apparecchi tecnologici sin da piccolissimi. Non faticano a capirne il funzionamento e quindi apprendono velocemente come accendere o spegnere un cellulare, come caricare una foto, come accedere a Internet, come iscriversi ad un social network, come scaricare giochi o musica. Quello che però i bambini a 8 o 9 anni non hanno ancora è la consapevolezza di rischi e pericoli connessi a questi strumenti. Tendono cioè a vedere solo le opportunità che hanno usando un cellulare, meglio ancora un Iphone.

Cellulare con collegamento Internet a 8-9 anni: rischi

Di rischi e pericoli i bambini che navigano in Internet ne corrono davvero tanti! Si passa dal rischio dipendenza che ogni apparecchio tecnologico porta con sé, dai rischi connessi al cyberbullismo, all’adescamento online, dal furto di dati e molto altro ancora. Occorre tener presente che Internet è come una città, piena di stimoli e risorse, ma anche piena di persone mal intenzionate. Se un genitore non manderebbe mai suo figlio da solo a Milano, purtroppo molti genitori lascerebbero i propri figli liberi di connettersi a Internet senza controllo. Se si decide di regalare un Iphone ad un bambino è fondamentale essere coscienti che li si sta esponendo ad un mondo molto complesso e a volte subdolo.

Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia (serenacosta.it@gmail.com)

Se ti è piaciuto l’articolo clicca “mi piace” sulla pagina e condividi l’articolo con i tuoi amici. Se vuoi essere aggiornato sui prossimi articoli e sulle prossime iniziative, iscriviti alla Newsletter (box in fondo se leggi dal cellulare, oppure in alto a destra da computer). Potrai anche scaricare tanti Ebook gratuiti su vari temi legati al mondo dei bambini! Continua a seguirmi sul mio sito ma anche su Facebook dove puoi trovare la mia pagina Facebook di Connettiti alla psicologia e il nuovo gruppo “Essere genitori oggi: riflessioni e approfondimenti”.

 

Condividi su:

About serena

Psicologa dell'infanzia, esperta nelle problematiche del sonno e dell'apprendimento.

Inserisci un commento

Il commento sarà verificato prima di essere pubblicato sul sito. Importante, inserire solo il nome ed evitare dati sensibili.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.