sabato, 23 settembre 2017
Home » Casi tratti dalla mia esperienza

Casi tratti dalla mia esperienza

Serena Costa psicologa dell’infanzia: la mia storia

Serena Costa psicologa dell'infanzia: la mia storia

Sapete tutti che sono Serena Costa, psicologa dell’infanzia e blogger di Connettiti alla Psicologia. Lavoro con genitori e bambini per promuovere il benessere di entrambi in uno studio tutto per me offrendo uno spazio di consulenza, incontri a tema per genitori e percorsi per bambini sulle emozioni e sulle abilità scolastiche. Non so se sapete, però, qual è stato il percorso che mi ha portato fino a qui. Per questo vi propongo un video della mia storia professionale che ho creato in occasione di un progetto chiamato Strike!Storie di giovani che cambiano le cose proposto dalle Politiche giovanili di Trento. ... Continua a leggere »

Bilancio 2016: i 10 articoli più letti, progetti, consulenze, percorsi per bambini, serate per genitori

Bilancio 2016: progetti, consulenze, percorsi per bambini, serate per genitori, i 10 articoli più letti

Siamo agli sgoccioli del 2016 e così ho pensato di fare un bilancio di questo anno che per me è stato molto ricco, fruttuoso e stimolante. Molte sono le attività che ho seguito: progetti sul territorio, consulenze in studio e a distanza, percorsi per bambini, serate per genitori e ovviamente la scrittura di articoli per il mio sito www.serenacosta.it, parte centrale della mia attività. I 10 articoli più letti Nel 2016 gli articoli più letti sono stati: Compiti a casa? Mio figlio mi fa disperare!!  35.571 visualizzazioni. Si tratta di uno dei primi articoli che ho scritto nel 2012 ma che ... Continua a leggere »

Prevenzione del bullismo: un esempio di comunità attiva

La comunità contro il bullismo

La prevenzione del bullismo è un fattore determinante per il benessere dei bambini. Comportamenti di prevaricazione ricorrenti e intenzionali che si ripetono da parte di qualcuno fanno soffrire molto i bambini o i ragazzi che ne diventano vittime. La Comunità della Valle di Cembra ha compreso l’importanza di questo tipo di lavoro perché ha deciso di coinvolgersi nel progetto di prevenzione del bullismo “La Comunità contro il bullismo” che ho proposto per l’anno 2016. Il progetto finanziato dalle politiche giovanili ha previsto diverse fasi per la sua realizzazione: 1. l’attivazione di un gruppo di genitori per comprendere come riconoscere eventuali segni di ... Continua a leggere »

Bullismo come riconoscerlo? Un bambino dà l’aggancio alla maestra

Bullismo come riconoscerlo: un bambino che dà l'aggancio alla maestra

Il bullismo come riconoscerlo? Di questo fenomeno se ne parla spesso ma non sempre in modo appropriato. Per chi volesse sapere cosa si intende per bullismo suggerisco di leggere l’articolo “Il bullismo: cos’è e come si manifesta”. Quello che noto è che non sempre è chiaro a genitori e insegnanti come riconoscerlo e come intervenire. Oggi, quindi vi racconto un episodio che mi è successo realmente per capire che a volte è sufficiente prendere sul serio quello che ci dicono i bambini. Un bambino mi dice: “Maestra, perché nessuno gioca con me?” Vi racconto un episodio che mi è successo a ... Continua a leggere »

Scene di vita familiare 7: “E’ un gioco troppo violento?”

Scene di vita familiare 7:"E' un gioco troppo violento?"

La scena di vita familiare di novembre “E’ un gioco troppo violento?” si riferisce al dubbio di una mamma sull’adeguatezza o meno di un gioco di carte per suo figlio di 6 anni. Si tratta delle carte collezionabili dei Pokémon, un gioco molto diffuso tra i bambini, in particolare tra i maschi. La mamma mi ha chiesto se aveva fatto bene o meno a vietarle al figlio perché a suo parere il contenuto è troppo violento. Ci sono, infatti, tanti mostriciattoli che hanno debolezze e resistenze diverse e i giocatori devono farli combattere tra loro “mandando ko” l’avversario. Voi che ne pensate? ... Continua a leggere »