martedì, 14 luglio 2020
Home » Archivio per il tag: studio

Archivio per il tag: studio

Il genitore che obbliga a studiare e i problemi scolastici dei figli

genitore che insiste nei compiti

Chi non ha avuto un genitore che obbliga a studiare? Solitamente un genitore cerca di trasmettere ai figli l’importanza della scuola, ma quando questo si tramuta in un obbligo insistente, potrebbe trasformarsi in un atteggiamento sbagliato. Lo sostiene Alessandro Bartoletti nel suo libro “Lo studente strategico”. Le altre modalità disfunzionali rispetto allo studio che abbiamo già visto sono: il genitore permissivo, il genitore che critica, i genitori che trattano in modo speciale i figli e il genitore che aiuta i figli. Ricordo che per modalità disfunzionali si intende quel modo di interagire che viene ripetuto anche se non si ottengono cambiamenti. Il ... Continua a leggere »

Il genitore che critica il figlio con difficoltà scolastiche

il genitore che critica

Con l’inizio della scuola iniziano anche le difficoltà scolastiche di molti bambini. Si possono incontrare alunni con un basso rendimento per la mancanza di motivazione, per problemi di comportamento o per veri e propri problemi di apprendimento. Ciò che voglio mettere in evidenza in questo articolo è che il modo in cui i genitori gestiscono queste difficoltà è determinante. Alessandro Bartoletti nel suo libro “Lo studente strategico”individua 6 tipi di modelli di intervento genitoriale che potrebbero diventare “disfunzionali”, cioè poco utili a risolvere i problemi scolastici incontrati dal figlio. Bartoletti prende come riferimento il modello teorico dell’approccio strategico secondo il quale ... Continua a leggere »

Studio efficace: quali ingredienti?

Sono molti i genitori che si lamentano perché i propri figli non hanno uno studio efficace. Le ragioni contemplate spaziano dalla mancanza di voglia nell’approcciarsi allo studio, alla difficoltà nel mantenere l‘attenzione, alla difficoltà nel ricordare quello che studiano, fino ai problemi di ansia da verifica o alle crisi di rabbia di fronte a certe difficoltà. Non ultima la mancanza di un metodo di studio. Ciò che pare accomunare molti genitori è la fatica nel seguire i propri figli nel momento dei compiti e nel trovare una modalità adatta al proprio figlio per far fronte alle difficoltà. Per poter essere realmente ... Continua a leggere »

Lettura: tre modi diversi di leggere per tre obiettivi diversi

lettura

La lettura è un’attività che i bambini devono fare frequentemente e che non sempre può risultare semplice (A questo proposito leggi anche “Leggere e comprendere: che fatica!”). Tuttavia, esistono almeno tre strategie che si possono usare per renderla un’attività più semplice. Non mi riferisco alla lettura a voce alta o bassa ma ad un modo di leggere che va adattato a seconda dell’obiettivo che un bambino si pone. Lettura “a lepre”, “a tartaruga” e “a rana” sono i loro nomi. Simpatici eh? Per quanto riguarda l’ambito dello studio, conoscere questi tre modi di leggere permette di rendere tale attività molto più efficace facendo ... Continua a leggere »

Compiti a casa? Mio figlio mi fa disperare!!

compiti a casa

Avere un figlio che manifesta in vari modi un brutto rapporto con i compiti scolastici è un evento che può mettere a dura prova un genitore. Invece di essere un piacevole momento per stare vicino al proprio figlio, il momento dei compiti si concretizza in un momento veramente spiacevole che, per di più, si ripete quotidianamente! Alla base di questo, spesso, vi è una mancanza di comprensione di ciò che sta succedendo al proprio bambino. Distinguere se si tratta di una difficoltà di ordine cognitivo, emotivo o motivazionale è il primo punto di partenza per poterlo aiutare. Il genitore difronte al disagio ... Continua a leggere »