giovedì, 24 agosto 2017
Home » Psicologia e Internet

Psicologia e Internet

Cyberbullismo: una legge per tutelare i minori dal bullismo telematico

cyberbullismo, ragazza che piange davanti al computer

Il cyberbullismo è un tipo specifico di bullismo che, proprio per il luogo virtuale in cui si realizza, assume caratteristiche peculiari molto gravi per le vittime. Nell’articolo “Il bullismo: cos’è e come si manifesta” avevo illustrato gli elementi che caratterizzano il bullismo, mentre nella “Guida per adulti contro le prepotenze” ho spiegato più in dettaglio la peculiarità del cyberbullismo. La novità importante che voglio segnalarvi è che è stata approvata da poco una legge specifica per contrastare il fenomeno del bullismo telematico. Il 17 maggio 2017 la Camera dei deputati ha, infatti, approvato in via definitiva la proposta di legge A.C. 3139-B, volta alla prevenzione ... Continua a leggere »

Incontri per genitori: calendario febbraio-giugno 2017

Incontri per genitori: calendario febbraio-giugno 2017

E’ in partenza un nuovo ciclo di incontri per genitori sui vari temi legati al mondo del benessere dei bambini. La maggior parte degli argomenti sono simili a quelli dell’anno precedente, visto l’interesse dimostrato, ma ci sono anche delle novità. Incontri per genitori: calendario Quest’anno, come dicevo prima, riproporrò la maggior parte dei temi affrontati anche l’anno scorso con qualche aggiunta, ma quest’anno c’è anche una novità: ci saranno degli incontri gestiti anche da altri professionisti. Febbraio NEW “Come essere genitori oggi nell’era di Internet?” Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia venerdì 3 febbraio 2017 ore 10:00 -11:00 oppure 20:00-21:00 “I compiti ... Continua a leggere »

Whatsapp: utile ma attenzione!

Whatsapp è un servizio di messaggistica che consente a tutti gli utenti che utilizzano il servizio di scambiarsi messaggi, foto, video, ecc, in maniera facile e istantanea. Basta, infatti, avere un numero di cellulare con la connessione Internet ed è possibile scaricare l’applicazione sul proprio telefono e partecipare ad una conversazione di gruppo. Per vedere il materiale scambiato dagli utenti occorre essere invitati da chi crea il gruppo. In poche parole si tratta di un’opportunità meravigliosa per comunicare con più persone contemporaneamente. Attenzione, però, perché nello stesso tempo può trasformarsi nello strumento ideale per escludere qualcuno e per isolarlo intenzionalmente. ... Continua a leggere »

Le relazioni “reali”: antidoto alla violenza

Aggressività e Violenza in rete E’ esperienza comune dei frequentatori della rete, in particolare dei social network, imbattersi in commenti o video ricchi di contenuti aggressivi che persino incitano comportamenti violenti contro qualcuno. Di fronte a tali contenuti sono in molti a rincarare la dose con messaggi scritti altrettanto aggressivi e violenti e altrettanti a sostenere il messaggio in forma più indiretta cliccando “mi piace” o condividendo il contenuto con altri conoscenti. La cosa curiosa è che la maggior parte di queste persone, nella “vita reale” non manifesta tali comportamenti aggressivi e violenti. Come può accadere tale fenomeno? Gli studiosi ... Continua a leggere »

Adescamento di minori: un processo a più fasi per arrivare ad un abuso

Riporto anche nel mio Blog un articolo che ho scritto qualche giorno fa nella mia sezione in TrentoBlog perché mi sembra un argomento molto importante anche per i miei lettori di “Connettiti alla psicologia!”. Tratta la questione dell’adescamento di minori nel campo degli abusi sessuali, un terreno estremamente delicato di cui non se ne parla spesso. “L’adescamento è quel processo che porta un adulto ad attirare su di sé l’attenzione e la fiducia di un minore per poterlo controllare e per poter ottenere da lui ciò che vuole. Nel campo degli abusi sessuali gli adescatori sono interessati ad ottenere prestazioni ... Continua a leggere »