Molti genitori di oggi non sanno più come dare limiti e regole ai figli. Questo succede perché siamo in un’epoca in cui esiste una grande varietà in tema di educazione. Il modello dei nostri genitori o nonni è stato ormai messo in discussione e si è finiti per riproporre modalità educative molto diverse. Questo disorientamento educativo dei genitori, è però dannoso per i figli perché i bambini hanno bisogno di sentire di avere genitori sicuri. Per sentirsi sicuri i figli hanno bisogno di sentire che i loro genitori sono attenti ai propri bisogni e tra i bisogni di un bambino, c’è proprio quello di essere contenuto. Essere contenuto significa che al bambino non viene permesso qualsiasi cosa ma vengono posti dei limiti, dei paletti o delle cornici che fungono da punto di riferimento su cui costruire la propria identità. Puoi approfondire la funzione normativa dei genitori nell’articolo: “La funzione normativa: dare limiti e regole“.

In questo articolo voglio dare qualche consiglio alle mamme e ai papà per aiutare i genitori a capire come dare limiti e regole ai figli in modo autorevole.

Dai limiti e regole condivisi con il partner

L’errore che fanno molti genitori è quello di dare limiti e regole in solitaria, senza condividerli con il compagno. Anche se tra mamma e papà c’è solo una figura che si occupa prevalentemente dell’educazione dei figli, la responsabilità educativa è di entrambi. Per questo è meglio parlarne prima in mondo da evitare anche squalificazioni vicendevoli. L’ideale è trovare alcuni limiti e alcune regole condivise tra genitori sui quali essere concordi nel farle rispettare. Questo non significa però che non ci possano anche essere limiti diversi tra mamma e papà in quanto si sta parlando di due persone diverse. L’importante è sostenersi a vicenda.

Seleziona i limiti e le regole da dare

Un altro consiglio utile è quello di selezionate pochi limiti, quelli che ritenete più importanti e che, soprattutto, siano fattibili per vostro figlio. La formulazione deve essere fatta nel modo più chiaro possibile. Puoi leggere qualche esempio nell’articolo: “Dare limiti e regole ai bambini: 5 esempi di regole“.

Come dare limiti e regole? Scegliendo il momento giusto!

Quando si comunicano i limiti o le regole occorre scegliere il momento giusto per massimizzare la probabilità che i figli rispettino la richiesta: non quando li trasgrediscono ma in un momento di calma. Questo permette di condividere alcune regole senza l’impiccio della rabbia e così, nel momento della trasgressione, è possibile ricordare quello che era stato condiviso insieme in precedenza.

Ricorda di essere coerente

Quando si chiede ad un bambino il rispetto di un limite o di una regola, dobbiamo essere sicuri di essere i primi a rispettarli. Si tratta di coerenza. Per esempio, se chiedi a tuo figlio di non lasciare in disordine i suoi vestiti, ovviamente non li devi lasciare in disordine nemmeno tu.

Dai limiti e regole in modo empatico

Sii empatica quando dai limiti o regole. Significa che più ti mostri comprensiva rispetto a quello che vive tuo figlio, più è probabile che tuo figlio rispetti quel limite. Prima di ricordare il limite o la regola, esordisci con “capisco che in questo momento tu ti senta x (arrabbiato, triste, ecc), ma questa cosa non si fa….”

Sii ferma

Sii ferma nel senso che se chiedi il rispetto di qualche limite poi devi anche mostrarti decisa nel farlo rispettare.

Come vedi dare limiti e regole ai figli può non essere così semplice ma con qualche strategia in più la probabilità di riuscire in questo difficile compito aumenta. Cosa ne pensi? Quale consiglio ti ha colpito di più? Fammelo sapere nei commenti!

Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia (serenacosta.it@gmail.com)

Se ti è piaciuto l’articolo clicca “mi piace” sulla pagina e condividi l’articolo con i tuoi amici. Se vuoi essere aggiornato sui prossimi articoli e sulle prossime iniziative, iscriviti alla Newsletter (box in fondo se leggi dal cellulare, oppure in alto a destra da computer). Continua a seguirmi sul mio sito ma anche sui Social.

Lascia un commento

Il commento sarà verificato prima di essere pubblicato sul sito. Importante, inserire solo il nome ed evitare dati sensibili.