sabato, 21 luglio 2018
Home » Archivio per il tag: apprendimento

Archivio per il tag: apprendimento

Voti a scuola: il lato nascosto dei voti scolastici

voti a scuola

E’ piuttosto scontato che i voti a scuola servano per valutare, ma siamo sicuri che è semplicemente questo? I voti servono anche per motivare, per punire o premiare. Ma c’è di più. Dietro ad un voto c’è un insegnante o più insegnanti e c’è anche un alunno e due genitori. Cosa voglio dire con questo? Che ognuno di queste persone ha un diverso rapporto con i voti e il loro modo di parlare o comportarsi relativamente ad essi rivela molto di più di una valutazione, rivela il proprio concetto di scuola, di apprendimento, di bambino, rivela la propria scala di valori, rivela ... Continua a leggere »

Percorsi di gruppo per bambini: emozioni e abilità scolastiche

Percorsi di gruppo bambini e ragazzi Pergine

Percorsi di gruppo per bambini sulle emozioni e sulle abilità scolastiche a Pergine Valsugana Continua a leggere »

Studio efficace: quali ingredienti?

Sono molti i genitori che si lamentano perché i propri figli non hanno uno studio efficace. Le ragioni contemplate spaziano dalla mancanza di voglia nell’approcciarsi allo studio, alla difficoltà nel mantenere l’attenzione, alla difficoltà nel ricordare quello che studiano, fino ai problemi di ansia da verifica o alle crisi di rabbia di fronte a certe difficoltà. Non ultima la mancanza di un metodo di studio. Ciò che pare accomunare molti genitori è la fatica nel seguire i propri figli nel momento dei compiti e nel trovare una modalità adatta al proprio figlio per far fronte alle difficoltà. Per poter essere realmente ... Continua a leggere »

Insegnante di sostegno per bambini con DSA?

Qualche giorno fa, in occasione di una consulenza, mi é stato chiesto se un bambino con diagnosi di Dislessia (un Disturbo Specifico dell’apprendimento) abbia bisogno dell’ insegnante di sostegno. La figura dell’insegnante di sostegno é stata prevista dalla Legge 104/1992 per bambini che hanno un handicap fisico, sensoriale o psichico (incluso il ritardo cognitivo). I DSA non essendo un handicap di per sé, ma un Disturbo Specifico, non rientrano in questa categoria e sono, quindi, regolamentati da un’altra legge: la Legge 170/2010. Essa non prevede la figura dell’insegnante di sostegno per i bambini con DSA ma semplicemente delle misure “compensative” ... Continua a leggere »

Comorbidità nei Disturbi Specifici dell’Apprendimento

Come ho definito nell’articolo “Comorbilità o Comorbidità: definizione”, si parla di Comorbidità quando in una persona sono presenti due o più disturbi di origine diversa. Dislessia, Disortografia, Disgrafia e Discalculia, pur rientrando in un’unica categoria diagnostica, quella dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), sono disturbi differenti perché interessano abilità diverse. Quando si presentano insieme nella stessa persona, si parla di “comorbilità”. I DSA possono essere in comorbidità anche con altri disturbi di sviluppo quali i disturbi di linguaggio, disturbi di coordinazione motoria, disturbi dell’attenzione e tra i DSA e i disturbi emotivi e del comportamento. Per fare un esempio, un bambino ... Continua a leggere »