domenica, 24 giugno 2018
Home » Fasce di età » 10-18 anni » L’Orco: thriller sulle insidie dei Social Network
L’Orco: thriller sulle insidie dei Social Network

L’Orco: thriller sulle insidie dei Social Network

Oggi vi voglio invitare a leggere “L’Orco“, un romanzo thriller dello scrittore Marco Trogi che affronta il tema purtroppo molto attuale delle insidie del mondo virtuale, in particolare dei Social Network. Si tratta di un racconto tratto da una storia vera che è realmente accaduta all’autore stesso e alla sua famiglia.

L’Orco: trama

Il racconto vede protagonista una ragazza che riceve una richiesta d’amicizia su Facebook da un ragazzo che da giovane bello, gentile e paziente si trasformerà in un vero e proprio Orco. Grazie alla “spia” che fa la sorellina, il padre della ragazza viene a sapere della storia tenuta all’oscuro dalla figlia e inizia, piano piano, a spiegarsi il cambiamento che stava osservando nei suoi comportamenti. Questa consapevolezza darà avvio ad indagini della polizia che faranno del loro meglio per scongiurare il peggio. Il resto avrete piacere di scoprirlo leggendo l’avvincente romanzo in formato pdf che potete scaricare dal mio sito in fondo all’articolo.

L’Orco: perché lo ritengo interessante

Ho accettato la proposta di proporvi di leggere il romanzo di Marco Trogi perché affronta dei temi molto attuali sui quali è bene che i genitori si informino. Il mondo dei Social Network porta con sé tanti aspetti positivi come per esempio la possibilità di contattare vecchi amici, di condividere con altri argomenti di interesse comuni, ecc. Tuttavia, porta con sé anche innumerevoli rischi, tra i quali proprio quello trattato nel romanzo: l’adescamento online.

Ho trovato particolarmente interessante il romanzo proprio perché mette in luce quali sono le fasi che una persona mal intenzionata segue per poter “catturare” la sua preda, usando ovviamente una falsa identità. La prima fase dell’adescamento online si definisce “fase dell’avvicinamento” ed è la fase più lunga e delicata perché “prepara il terreno” per le successive fasi. L’adescatore sceglie in modo preciso la sua vittima che, come nel romanzo, è un soggetto fragile e insicuro. In questo primo passaggio, l’adescatore cerca di sedurre la sua vittima facendogli complimenti, ascoltandola, rendendosi simpatica e accogliente. Una volta ottenuta la sua fiducia, l’adescatore passa alla fase successiva che si definisce “fase dell’isolamento”. L’adescatore fa in modo di accrescere i contatti con lui per diminuire gli scambi relazionali e comunicativi con gli altri, intimando su minaccia a tenere segreti i loro incontri in virtù della relazione profonda e speciale che si è creata tra loro. La vittima, ormai caduta nella trappola dell’inganno, è portata a non ferire l’adescatore ormai così importante per lui per paura di ferirlo o perderlo. La terza fase è l’adescamento vero e proprio, cioè il raggiungimento degli obiettivi iniziali: in molti casi è l’abuso sessuale, nel romanzo lo scoprirete solo leggendolo 🙂

Un altro aspetto che ho trovato molto interessante è la descrizione dei vissuti psicologici dei protagonisti. Rispetto alla ragazza per esempio mi ha colpito il fatto che inizialmente è insicura e incredula nell’essere stata contattata da un ragazzo che le appare subito molto affascinante, gentile e dolce, ma poi si fida ciecamente e inizia a riversare su di lui tutti i suoi bisogni affettivi; mi ha colpito poi che la ragazza in questa esperienza passi da figlia molto disponibile e responsabile a figlia ribelle che inizia a rivolgersi ai genitori in modo davvero aggressivo. Rispetto al padre trovo interessante la descrizione del suo smarrimento difronte ai cambiamenti della figlia.

C’è un altro tema molto importante nel racconto: quello della responsabilità dei media nel trattare eventi di cronaca delicati come quello riferito nel romanzo.

Bene, ora non mi resta che augurarvi una buona lettura! Se vi va poi potete lasciare il vostro commento in fondo all’articolo.

Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia (serenacosta.it@gmail.com)

Iscriviti alla Newsletter!

 

 

Condividi su:

About serena

Psicologa dell'infanzia, esperta nelle problematiche del sonno e dell'apprendimento.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*