domenica, 15 dicembre 2019
Home » Genitori e figli » Come insegnare ai bambini a difendersi
Come insegnare ai bambini a difendersi

Come insegnare ai bambini a difendersi

Oggi è iniziata la scuola ed ecco che ritorna utile chiedersi come aiutare i propri figli a difendersi nel caso in cui si dovessero trovare in difficoltà. Sarebbe molto meglio non doversi fare questa domanda, ma purtroppo sappiamo che spesso la scuola è oggetto di prepotenze. Come sapete ho già scritto molto sul tema del bullismo sul mio blog e per questo ho deciso di rispondere alla domanda “Come insegnare ai bambini a difendersi?” in un’intervista per Nostrofiglio.it.

Dopo aver individuato le tipiche modalità di risposta ad una provocazione (aggressiva, passiva, assertiva), metto in evidenza che la modalità migliore è senz’altro quella assertiva, cioè quella che permette di esprimere i propri bisogni senza aggredire l’altro. Oltre a questo do’ qualche suggerimento ai genitori su come gestire al meglio una situazione in cui il figlio viene preso in giro ripetutamente da altri compagni.
Se siete curiosi di conoscere questi suggerimenti, leggete l’articolo pubblicato sul sito di Nostrofiglio.it.

Buona lettura!

Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia (serenacosta.it@gmail.com)

Iscriviti alla Newsletter!

Condividi su:

About serena

Psicologa dell'infanzia, esperta nelle problematiche del sonno e dell'apprendimento.

2 commenti

  1. Anna Maria Di Napili

    Mia nipote di 11 anni, è di statura sotto, la media è lei ne soffre molto, ha paura del confronto, anche se sa le risposte, non parla, perché si preoccupa delle risatina, dei compagni, si sente bruta, bassa, e ha tanti problemi, io so che non è ritardata, come posso aiutarla, perché si chiude a riccio, sta frequentando una psicologa, ma non se ne esce, grazie
    Inviato

  2. Gentilissima,
    si fidi della psicologa che la sta seguendo.
    Se comunque vuole un confronto con me può prenotare tranquillamente una consulenza. Così posso darle indicazioni più mirate.
    Saluti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*