domenica, 9 maggio 2021
Home » Archivio per il tag: studio (pagina 2)

Archivio per il tag: studio

I compiti di casa: farli con motivazione e metodo. Serata

In continuità con la serata intitolata “I compiti con mio figlio: che fatica!” tenutasi nel mese di dicembre presso le scuole medie dell’Istituto Comprensivo di Cembra e di Segonzano, nel mese di marzo ci sarà una serata di approfondimento sul tema del metodo di studio e della motivazione.  L’incontro dal titolo “I compiti di casa: farli con motivazione e metodo” si terrà nel giorno di giovedi 13 e venerdi 14 marzo 2014, rispettivamente presso la scuola media di Segonzano e di Cembra alle ore 20:00.  Si tratterà di un’occasione di confronto con altri genitori e con me sugli elementi organizzativi e ... Continua a leggere »

Una psicologa a sostegno degli educatori: valutazione di un’esperienza

La figura dello psicologo non è ancora conosciuta in tutte le sue potenzialità. Accade ancora, infatti, che tale professione venga associata alla malattia mentale e, quindi, molti pensino che lo psicologo serva solo per “curare i matti”. Al contrario!! Lo psicologo serve per prevenire la patologia, per favorire tutti quei processi che portano al benessere di un individuo ma anche di un gruppo. In questo caso vi voglio raccontare la mia esperienza lavorativa come psicologa all’interno di un progetto di sostegno allo studio chiamato “Cooperativa-mente” attivato in Valle di Cembra. Il progetto, finalizzato alla promozione del benessere familiare, è stato proposto ... Continua a leggere »

Compiti a casa: il genitore guida

compiti a casa

Il ruolo di un genitore durante i compiti a casa del proprio figlio è quello di sostegno ed accompagnamento. Egli offre la sua guida verso la conquista di una progressiva assunzione di responsabilità ed autonomia, competenze tipicamente adulte. Compiti a casa: il controllo delle aspettative Il punto di partenza deve essere il bambino “vero” che si ha di fronte con tutte le sue caratteristiche. Molti genitori, infatti, non riescono ad accettare com’è il proprio figlio e forniscono il loro aiuto basandosi sull’idea di come, secondo loro, egli dovrebbe essere, e si arrabbiano se vedono rifiutato il loro aiuto. Si parla ... Continua a leggere »