martedì, 14 luglio 2020
Home » Archivio per il tag: giocare

Archivio per il tag: giocare

Giocare con i bambini: come fare?

giocare con i bambini

Giocare con i bambini è un’attività importantissima che consiglio sempre ai genitori. I motivi sono tanti ma il principale è che passare del tempo con i figli permette di migliorare la relazione con loro. Vi propongo di leggere, quindi, un articolo intervista per il sito Wannabemum che ho fatto qualche hanno fa ma che è molto attuale visto che mai come in questo periodo di tempo ne abbiamo in abbondanza! Mi è capitato molte volte di sentirmi dire da qualche genitore che non sanno come fare a giocare con i figli oppure non sanno a che età cominciare. Non è mai troppo presto ... Continua a leggere »

Giocare con i bambini: perché è importante?

giocare

Se pensiamo alla nostra infanzia, tra i ricordi più belli solitamente ripeschiamo momenti in cui giochiamo con i nostri genitori. Io per esempio ricordo con tanto affetto quando mio papà giocava con me a nascondino e quando mia mamma mi raccontava delle storie che a sua volta la mia nonna raccontava a lei. Basterebbe solo questo per sottolineare quanto sia importante giocare con i bambini. Avevo scritto un articolo tempo fa “Giocare con i propri figli è sbagliato?” in cui rispondevo al dubbio di una mamma sul momento del gioco con i figli. Tuttavia ho aggiunto qualche altro dettaglio in ... Continua a leggere »

Giocare con i propri figli è sbagliato?

Buongiorno a tutti voi, lettori di Connettiti alla Psicologia! Il Blog educativo della Dott.ssa Serena Costa. Oggi ho il piacere di scrivere un breve articolo su una domanda che mi è stata rivolta in occasione della Fiera Il Trentino dei bambini: “Giocare con i propri figli è sbagliato?”. La signora che mi ha posto la domanda diceva di essere stata messa in confusione da un’amica la quale riteneva fosse scorretto giocare con i propri figli e per questo ha ritenuto opportuno chiedere il mio parere. Ecco quindi alcuni elementi sul quale riflettere prima di rispondere a questa domanda. Innanzitutto credo che ... Continua a leggere »