giovedì, 4 marzo 2021
Home » Fasce di età » 0-2 anni » Sindrome di Asperger: caratteristiche
Sindrome di Asperger: caratteristiche

Sindrome di Asperger: caratteristiche

La sindrome di Asperger è un disturbo dello sviluppo che appartiene alla categoria dei “Disturbi dello spettro dell’Autismo”. Ne ho parlato nell’articolo “Disturbi dello Spettro dell’Autismo: di cosa si tratta?“; in questo articolo ho accennato al fatto che la sindrome di Asperger, diversamente da quanto accadeva prima del 2013, è una manifestazione del disturbo autistico e non una patologia a sé stante. Il nuovo DSM-5, infatti, sostiene che la patologia dell’autismo, faccia “da cappello” a diverse manifestazioni del disturbo, in quanto ci sono delle caratteristiche di base che si riscontrano sempre, e altre caratteristiche che si manifestano in altri casi e con diversi livelli di gravità. Riprendo dall’articolo precedentemente citato, le caratteristiche che accomunano i disturbi dello spettro autistico per poi descrivere le caratteristiche peculiari della sindrome di Asperger.

Caratteristiche comuni ai disturbi dello spettro dell’Autismo

In tutti i disturbi rientranti nello spettro autistico, si riscontrano sempre 2 aree deficitarie: deficit persistente nella comunicazione sociale e nell’interazione sociale in diversi contesti, non spiegabile attraverso un ritardo generalizzato dello sviluppo e comportamenti e/o interessi e/o attività ristrette e ripetitive.

Nel primo caso, quindi, i bambini con sindrome di Asperger si presentano come bambini schivi o con difficoltà nella relazione con i compagni soprattutto nei contesti liberi. Per esempio è tipico vederli giocare da soli durante la ricreazione o essere esclusi dai compagni in quanto “strani” (Leggi anche “Bullismo come riconoscerlo? Un bambino dà l’aggancio alla maestra“).

Nel secondo caso, i bambini con sindrome di Asperger si presentano come bambini con interessi molto particolari e specifici di cui loro finiscono per diventare veri e propri esperti. Per esempio possono appassionarsi per l’astronomia o per i dinosauri, e sapere tutto o quasi su quell’argomento. Questa specificità ed esclusività negli interessi, può essere un aspetto che li penalizza nelle relazioni con i pari perché non riescono a trovare piacere nelle tipiche attività fatte dai compagni.

Sindrome di Asperger: caratteristiche peculiari

Chi ha la sindrome di Asperger presenta le caratteristiche citate precedentemente, però è possibile dire che si riscontrano in maniera più lieve di chi ha l’autismo. Per esempio, sebbene i bambini con Asperger tendano a isolarsi o ad avere difficoltà relazionali con i compagni, riescono comunque a esprimere sentimenti di affetto e di attaccamento nei confronti dei propri familiari o delle persone a  cui si sentono maggiormente legati.

Ci sono, invece, due caratteristiche peculiari che caratterizzano la sindrome di Asperger.

Un primo aspetto caratteristico è l’assenza di ritardo mentale e, anzi, un livello intellettivo nella norma o a volte persino superiore.

Un secondo aspetto riguarda il linguaggio che anch’esso si sviluppa nella norma; tuttavia, molte volte, può avere caratteristiche particolari, cioè può essere particolarmente prolisso e caratterizzato da terminologie molto specifiche, o avere un tono dell’eloquio monotono.

Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia (serenacosta.it@gmail.com)

Se sei interessato ad ulteriori approfondimenti sull’argomento, ti invito a iscriverti alla Newsletter per tenerti aggiornato sui prossimi articoli. Potrai, inoltre, ricevere la password per scaricare tanti ebook gratuiti.

Iscriviti alla Newsletter!

Condividi su:

About serena

Psicologa dell'infanzia, esperta nelle problematiche del sonno e dell'apprendimento.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*