sabato, 21 luglio 2018
Home » Altro » Neuroni specchio: cosa sono?
Neuroni specchio: cosa sono?

Neuroni specchio: cosa sono?

Qualcuno di voi ha mai sentito parlare dei neuroni specchio? Ebbene si tratta di una scoperta nel campo delle neuroscienze avvenuta per caso negli anni ‘80 della quale si è parlato molto negli ultimi anni perché ritenuti alla base dell’imitazione, della teoria della Mente e dell’empatia.
Ora vi spiego meglio; partiamo però da che cos’è un neurone.

Cosa sono i neuroni

I neuroni sono le cellule base del sistema nervoso e si trovano nel cervello. Si tratta di cellule eccitabili, cioè che si attivano quando sono presenti determinati stimoli fisici (vista, udito…) o chimici, e che a loro volta integrano o trasmettono il segnale nervoso all’interno della cellula e ad altre cellule in tutto il corpo. Esistono molte classificazioni dei neuroni che non vi spiegherò in questo articolo (approfondisci qui) ma per ora basta sapere che gli studi di neuroscienze hanno dimostrato che ogni zona del cervello ha dei neuroni specifici che rispondono a stimoli specifici. Per esempio nella corteccia motoria e premotoria che si trova nella parte anteriore del cervello i neuroni rispondono quando la persona si muove, nella corteccia sensoriale che si trova nella parte posteriore del cervello i neuroni rispondono quando ci sono stimoli visivi.

Cosa sono i neuroni specchio

I neuroni specchio sono dei neuroni molto particolari che si trovano in una parte specifica del cervello, quella che si occupa di elaborare gli stimoli motori. La particolarità di questi neuroni è che, a differenza di quello che accade agli altri neuroni presenti in quest’area, si attivano sia quando l’individuo compie un’azione (caratteristica dei neuroni della corteccia motoria e premotoria), sia quando egli vede compiere quell’azione (caratteristica dei neuroni della corteccia sensoriale). Sono quindi neuroni che si attivano sia per cause sensoriali (vedere l’azione) che per finalità motorie (compiere l’azione).

I neuroni specchio sono stati scoperti casualmente da un gruppo di ricercatori dell’Università di Parma condotti da Giacomo Rizzolatti negli anni ’80. La scoperta fu fatta durante uno studio sulle scimmie ma successivamente sono stati trovati anche nell’uomo dove sembra che un gruppo di neuroni specchio collaborino insieme come in un sistema. Nel tempo sono state proposte diverse ipotesi sulla funzione di questi neuroni, tra le quali, come dicevo prima, l’ipotesi che i neuroni specchio potessero servire all’apprendimento per imitazione, l’ipotesi che servissero a prevedere e comprendere le azioni dell’altro (Teoria della Mente) e che servissero per immedesimarsi con le altre persone (empatia).

La ricerca è però ancora aperta.

Dott.ssa Serena Costa, psicologa dell’infanzia (serenacosta.it@gmail.com)

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo con i tuoi amici e clicca “mi piace” sulla pagina. Se vuoi essere aggiornato regolarmente sul benessere dei bambini iscriviti alla Newsletter.Iscriviti alla Newsletter!

 

 

Condividi su:

About serena

Psicologa dell'infanzia, esperta nelle problematiche del sonno e dell'apprendimento.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*