sabato, 19 gennaio 2019
Home » Archivio per il tag: compiti (pagina 4)

Archivio per il tag: compiti

Leggere e comprendere: che fatica!

Siamo a metà ottobre e la scuola è iniziata ormai da un mese. Mentre i bambini delle classi prime della scuola primaria stanno scoprendo le prime letterine dell’alfabeto e le prime paroline, tutti gli altri studenti, a partire dalla classe seconda, hanno già avuto modo di approcciarsi a qualche testo scritto e avranno dovuto comprenderne il contenuto. Molte insegnanti e molti genitori che seguono a casa i propri figli durante i compiti si saranno accorti che non tutti i bambini e i ragazzi riescono con facilità ad estrapolare il contenuto di un testo scritto, pur magari riuscendo a leggere senza ... Continua a leggere »

La paura di sbagliare a scuola: come si manifesta?

Come è noto a tutti, andare a scuola e fare i compiti non sempre è un’attività piacevole e desiderata dai bambini o dai ragazzi. Addirittura alcuni bambini sembrano davvero odiare la scuola e tutto ciò che ha a che fare con l’apprendimento. Ma cosa ci può essere alla base? Per alcuni bambini diventa un fattore determinante la paura di sbagliare davanti ai compagni, che si manifesta nel diventare oggetto di svalutazione sociale. Occorre, quindi, cercare di riconoscerla attraverso l’osservazione dei comportamenti attraverso i quali si manifesta. Alcuni bambini possono nascondere la paura di sbagliare attraverso il perfezionismo. Questi bambini non ... Continua a leggere »

Compiti a casa: il genitore guida

compiti a casa

Il ruolo di un genitore durante i compiti a casa del proprio figlio è quello di sostegno ed accompagnamento. Egli offre la sua guida verso la conquista di una progressiva assunzione di responsabilità ed autonomia, competenze tipicamente adulte. Compiti a casa: il controllo delle aspettative Il punto di partenza deve essere il bambino “vero” che si ha di fronte con tutte le sue caratteristiche. Molti genitori, infatti, non riescono ad accettare com’è il proprio figlio e forniscono il loro aiuto basandosi sull’idea di come, secondo loro, egli dovrebbe essere, e si arrabbiano se vedono rifiutato il loro aiuto. Si parla ... Continua a leggere »