sabato, 19 gennaio 2019
Home » 2012 » gennaio

Archivi mensili: gennaio 2012

Giocare nel primo anno di vita: il gioco tonico-fusionale

giocare nel primo anno di vita

Giocare, per un bambino con uno sviluppo tipico, è un’esperienza naturale e spontanea che si presenta durante tutto il corso della crescita, seppur con tempi e forme diverse. Tuttavia, il gioco nel primo anno di vita si rivela particolarmente importante perché contribuisce a formare i primi mattoni del Sé. Il gioco di tipo tonico-fusionale: quando si sviluppa Il gioco di tipo tonico-fusionale si sviluppa nei primi mesi di vita in una fase evolutiva in cui il bambino vive in uno stato di totale dipendenza dalla madre, non avendo ancora acquisito quelle abilità motorie che gli permettono di esplorare il mondo. Egli ... Continua a leggere »

Genitori e nuove tecnologie: quale atteggiamento con i vostri figli?

Negli ultimi anni i genitori si sono ritrovati di fronte ad un cambiamento epocale: la tecnologia è entrata a far parte sempre di più della vita dei propri figli.  Bambini e ragazzi fanno largo uso delle nuove tecnologie per svolgere numerose attività. Un’attività molto comune è il gioco con il cellulare, lo smartphone, il computer con o senza collegamento Internet. Altre attività sono: cercare informazioni nel Web, studiare, ascoltare musica o guardare film, incontrarsi con vecchi o nuovi amici nei Social Network. La Rete permette loro di presentarsi al mondo esterno attraverso un proprio profilo personale, paragonabile ad una vera e ... Continua a leggere »

Eustress vs Distress: significato

Nella nostra società si parla molto di stress, ma nella maggior parte dei casi solo in termini negativi. Ebbene la psicologia ci insegna che lo stress può essere sia di tipo negativo, sia positivo. Si parla di “Eustress” per indicare l’aspetto positivo dello stress. Una certa quantità di stress, intesa come quantità di stimoli indirizzati al nostro corpo e alla nostra mente, serve per mantenerci attivi e reattivi. Questo ci permette, infatti, di avere una vita movimentata, motivata, con successi, insuccessi e di ricercare un modo per sfogare il nostro malessere. Un esempio può essere lo stress derivante dall’impegno lavorativo intenso ... Continua a leggere »

Una bambina che vuole rifare il suo disegno

bambina che vuole rifare il suo disegno

Vi racconto un episodio che mi è accaduto in occasione di una supplenza alla scuola materna che riguarda una bambina che vuole rifare il suo disegno. Una bambina che vuole rifare il suo disegno Ho proposto ai bambini di fare un disegno libero e così ho dato a ciascuno un foglio del colore che preferivano. Ad un certo punto una bambina, che chiamo per l’occasione Anna, viene da me e mi chiede un altro foglio.  Anna aveva iniziato il disegno ma non le piaceva e così lo aveva gettato nel cestino. Insisteva a volerlo rifare come se fosse per lei ... Continua a leggere »

Educazione e nuovi media

Nella nostra società sempre più tecnologica non vi è più un bambino o un ragazzo che non conosca o faccia frequentemente uso del cellulare, di Internet, di videogiochi e della televisione. Nello stesso tempo, però, non ci sono altrettanti genitori preparati ad affrontare tale moderna sfida educativa. Sebbene i ragazzi siano di gran lunga più competenti a livello tecnologico dei genitori, non lo sono altrettanto a livello di pensiero critico, necessario per tutelarsi dagli innumerevoli pericoli connessi ad un uso scorretto di tali strumenti tecnologici. La Provincia autonoma di Trento ha a cuore questa problematica tanto che, circa un anno ... Continua a leggere »